| Catalogo libri | Rivista | Distribuzione | Formazione | LUNEDÌ   22  MAGGIO AGGIORNATO ALLE 21:13


riservato abbonati
ATTI DI UN PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO SANZIONATORIO: NOTIFICHECORTE DI CASSAZIONE, SEZIONI UNITE - SENTENZA 17 maggio 2017.
Vale sempre il principio della scissione degli effetti tra notificante e destinatario dell’atto.

accesso libero
NOLEGGIO CON CONDUCENTE: L’ESISTENZA DI UN CONTRATTO DI APPALTO ESCLUDE L’ASSIMILAZIONE AL SERVIZIO TAXICORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II CIVILE - SENTENZA 19 maggio 2017, n. 12679.
Secondo la Cassazione se un’autovettura n.c.c. sosta dinanzi ad una discoteca non c’è illecito amministrativo perché non c’è assimilazione della prestazione a quella svolta dai taxi.

riservato advanced
PROCEDIMENTO DI LIQUIDAZIONE DEL COMPENSO IN FAVORE DEGLI AVVOCATICORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II CIVILE - SENTENZA 17 maggio 2017.
L’ordinanza che decide all’esito del rito sommario è solo ricorribile per cassazione.

riservato abbonati
CITTADINANZA ITALIANA ALLO STRANIEROCORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I CIVILE - SENTENZA 17 maggio 2017.
Facoltà di richiesta se nato in Italia ed ivi legalmente residente fio al raggiungimento della maggiore età.

riservato abbonati
CONFISCA: INAPPLICABILE L’ART. 11 C.P.C.CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI CIVILE - ORDINANZA 18 maggio 2017.
Escluso per il prevenuto l’esercizio delle azioni a tutela del diritto di proprietà.

riservato abbonati
LA PARTE DECEDE DOPO IL DEPOSITO DELLA SENTENZA: DOVE SI NOTIFICA L’IMPUGNAZIONE?CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III CIVILE - SENTENZA 16 maggio 2017.
No al domicilio eletto dal “de cuius”.

riservato advanced
QUERELA DI FALSO PROPOSTA IN VIA INCIDENTALECORTE DI CASSAZIONE - SEZ. VI - 3 - ORDINANZA 16 maggio 2017.
Il giudizio di merito riprende in assenza di impugnazione.

accesso libero
RESPONSABILITÀ DELL’AVVOCATO: IL CLIENTE DEVE DARE LA PROVA ANCHE DELLA PROBABILITÀ DI SUCCESSOCORTE DI CASSAZIONE - SEZ. VI - 3 - SENTENZA 16 maggio 2017, n. 12038.
Non basta il non corretto adempimento dell’attività professionale.

riservato abbonati
CONDOMINIO: RIPARTIZIONE DELLE SPESE ED OBBLIGO DI CUSTODIACORTE DI CASSAZIONE - SEZ. VI - 2 - SENTENZA 16 maggio 2017.
Riparazione del cortile o viale di accesso all’edificio condominiale, che funga anche da copertura per i locali sotterranei di proprietà esclusiva di un singolo condomino.

riservato abbonati
OPPOSIZIONE A CARTELLA ESATTORIALE IN CASO DI REVOCA DI PROVVEDIMENTO AMMINISTRATIVOCORTE DI CASSAZIONE, SEZIONI UNITE - SENTENZA 15 maggio 2017.
La giurisdizione è del G.O.

riservato advanced
DIRITTO DEL CONIUGE DIVORZIATO ALLA PENSIONE DI REVERSIBILITÀ: RIMESSIONE ALLE SEZIONI UNITECORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I CIVILE - ORDINANZA 10 maggio 2017.
Il contrasto concerne l’ipotesi in cui sia stata stabilita la corresponsione in un’unica soluzione dell’assegno di divorzio.

riservato abbonati
SINDACATO DELLE SEZIONI UNITE SULLE DECISIONI DEL CONSIGLIO DI STATOCORTE DI CASSAZIONE, SEZIONI UNITE - SENTENZA 15 maggio 2017.
Ammissibile solo in ipotesi di eccesso di potere giurisdizionale.

accesso libero
APPELLO INCIDENTALE PER LE ECCEZIONI DI MERITO RITENUTE INFONDATE IN PRIMO GRADOCORTE DI CASSAZIONE, SEZIONI UNITE - SENTENZA 12 maggio 2017, n. 11799.
L’infondatezza dell’eccezione può essere enunciata in modo espresso, o anche indiretto, purché sottenda in termini chiari ed inequivoci tale valutazione.

riservato abbonati
SALE AND LEASE BACK: VIETATO SE VI È SOSPETTO DI UN APPROFITTAMENTO DELLA CONDIZIONE DI DEBOLEZZA DEL DEBITORECORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I CIVILE - SENTENZA 10 maggio 2017.
La preesistenza di una situazione debitoria del venditore-utilizzatore nei confronti del compratore-concedente non è rilevante in quanto tale.

riservato abbonati
VERBALE DI ASSEMBLEA CONDOMINIALE: QUALE PROVA?CORTE DI CASSAZIONE - SEZ. VI - 2 - SENTENZA 9 maggio 2017.
La prova è limitata alla provenienza delle dichiarazioni dai sottoscrittori e non si estende al contenuto della scrittura.

accesso libero
VITALIZIO ALIMENTARE E RENDITA VITALIZIA: DIFFERENZECORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II CIVILE - ORDINANZA 9 maggio 2017, n. 11290.
Il vitalizio si differenzia per il carattere più marcato dell’alea.

riservato advanced
CLAUSOLE CLAIM’S MADECORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III CIVILE - SENTENZA 28 aprile 2017.
Non è meritevole di tutela se anche la richiesta di risarcimento è vincolata al periodo assicurativo.

riservato advanced
PRIVACY: NOZIONE DI “TRATTAMENTO NECESSARIO AL PERSEGUIMENTO DELL’INTERESSE LEGITTIMO DI UN TERZO”CORTE DI GIUSTIAZIA UE, SECONDA SEZIONE - SENTENZA 4 maggio 2017.
Non occorre comunicare dati personali a un terzo al fine di consentirgli di proporre un ricorso per risarcimento.

riservato abbonati
“PROVA NUOVA” NEL TESTO PREVIGENTE DELL’ART. 345, COMMA 3, COD. PROC. CIV.CORTE DI CASSAZIONE, SEZIONI UNITE - SENTENZA 4 maggio 2016.
È quella di per sé idonea ad eliminare ogni possibile incertezza circa la ricostruzione fattuale accolta dalla pronuncia gravata.

riservato advanced
RICUSAZIONE: LA “CAUSA PENDENTE” NON SI IDENTIFICA CON IL GIUDIZIO DI RESPONSABILITÀ A CARICO DEL MAGISTRATOCORTE DI CASSAZIONE - SEZ. VI - 3 - ORDINANZA 2 maggio 2017.
In tale giudizio il magistrato non assume mai la qualità di debitore.

accesso libero
OBBLIGHI DI ASSISTENZA FAMILIARECORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 17 maggio 2017, n. 24532.
Delitti contro la famiglia.

riservato abbonati
COSE ESPOSTE ALLA PUBBLICA FEDECORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 16 maggio 2017.
È esposta alla pubblica fede l’auto parcheggiata al centro commerciale?

riservato advanced
ATTI OSCENI NELLA CARROZZA FERROVIARIACORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 16 maggio 2017.
Mostrare i propri genitali in un vagone ferroviario costituisce reato o illecito amministrativo?

riservato abbonati
DENUNCIA DI SINISTRO MAI ACCADUTOCORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 15 maggio 2017.
A chi spetta il diritto di querela in caso di denuncia di un sinistro non accaduto?

accesso libero
LA GIUSTIZIA ITALIANA È RAZZISTA: C’È DIFFAMAZIONE?CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 11 maggio 2017, n. 23025.
La continenza in senso formale e sostanziale.

riservato advanced
VIOLENZA PRIVATA AI DANNI DELLO SPAZZACAMINOCORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 12 maggio 2017.
Leva la scala e impedisce allo spazzacamino di scendere dal tetto per 40 minuti.

riservato abbonati
ANCHE LE LABBRA SONO UNA ZONA EROGENACORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 11 maggio 2017.
Quali sono le zone erogene?

accesso libero
FURTO DI SEGNALETICA STRADALECORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 11 maggio 2017, n. 23093.
È configurabile il furto di un cartello stradale arruginito?

riservato advanced
IL SORPASSO VA FATTO CON CAUTELACORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 11 maggio 2017.
Obblighi del conducente.

riservato abbonati
LA MINACCIA È UN REATO DI PERICOLOCORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 10 maggio 2017.
Ai fini della minaccia, è sufficiente che la condotta del soggetto attivo sia potenzialmente idonea ad incidere sulla libertà morale del soggetto passivo.

riservato advanced
DISTRUZIONE/OCCULTAMENTO DI DOCUMENTI CONTABILICORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 8 maggio 2017.
Reati tributari

accesso libero
URLA E SCHIAMAZZI ALL’ESTERNO DI UN LOCALE PUBBLICOCORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 8 maggio 2017, n. 22142.
Sussiste in capo al titolare di una discoteca una posizione di garanzia cui è correlato l’obbligo di impedire schiamazzi o rumori eccessivi.

riservato advanced
FUGA IN OCCASIONE DI SINISTRO STRADALECORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 10 marzo 2017.
Basta il dolo eventuale ai fini del reato di fuga in occasione di sinistro stradale.

riservato abbonati
APPROPRIAZIONE INDEBITACORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 8 marzo 2017.
Espone nei bilanci e nelle altre comunicazioni sociali fatti non corrispondenti al vero al fine di conseguire un ingiusto profitto.

accesso libero
RICETTAZIONE PER CHI USA UN CELLULARE DI CUI NON GIUSTIFICA LA PROVENIENZACORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 27 maggio 2017, n. 20193.
Sull’elemento soggettivo del reato di ricettazione.

riservato abbonati
FILMA I RAPPORTI INTIMI CON LA CONVIVENTE.CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 8 maggio 2017.
Interferenze illecite nella vita privata

riservato advanced
CRONACA GIUDIZIARIACORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 8 maggio 2017.
Diffamazione a mezzo stampa.

accesso libero
CAMBIAMENTO DELLE ABITUDINI DI VITACORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 8 maggio 2017, n. 22194.
Stalking: elemento oggettivo.

riservato abbonati
RUMORI E SCHIAMAZZI MOLESTI ALL’ASILOCORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 5 maggio 2017.
Sull’attitudine dei rumori a disturbare il riposo o le occupazioni delle persone.

riservato advanced
AFFIDAMENTO DEI MINORICORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE - SENTENZA 2 maggio 2017.
Anche l’accordo modificativo del provvedimento sull'affidamento di minori necessita dell'intervento del giudice.

riservato advanced
LA PA NON HA ALCUNE POTERE DI RISOLVERE IN VIA AUTORITATIVA IL CONTRATTOCORTE DI CASSAZIONE, SEZIONI UNITE - SENTENZA 3 maggio 2017.
Le Sezioni Unite civili hanno esaminato, la possibilità della risoluzione contrattuale in via di autotutela. Ora, se è vero che spetta ancora al giudice amministrativo, in caso di appalti pubblici, la trattazione unitaria delle controversie aventi ad oggetto l'annullamento dell'aggiudicazione, estendendone anche la competenza in caso di dichiarazione di inefficacia o nullità del contratto eventualmente stipulato, è altrettanto vero che, in presenza di vizi del contratto successivamente riscontrati che possano anche coinvolgere aspetti minori dell'aggiudicazione, l'amministrazione non ha più in tale ambito alcun potere di risolvere il contratto in via di autotutela, da cui ne discende la competenza del solo giudice ordinario

accesso libero
DISCREZIONALITÀ AMMINISTRATIVACONSIGLIO DI STATO, SEZ. IV - SENTENZA 15 maggio 2017, n. 2299.
Limiti al sindacato del G.A in materia di avanzamento degli ufficiali.

riservato advanced
ORDINANZE DEL SINDACOTAR TOSCANA - ORDINANZA 16 maggio 2017.
Illegittime le ordinanze sindacali extra ordinem in mancanza di una adeguata istruttoria.

riservato advanced
LA COMPOSIZIONE DELLA COMMISSIONE DI GARATAR VENETO - SENTENZA 15 maggio 2017.
Il TAR Veneto si è pronunciato in ordine alla corretta composizione numerica dei membri della commissione di gara negli appalti.

riservato abbonati
ILLEGITTIMA L'ORDINANZA DEL SINDACO CHE IMPONE IL DIVIETO PER I CANI DI ENTRARE NEI PARCHI PUBBLICITAR TOSCANA - SENTENZA 16 maggio 2017.
E’ illegittima l’ordinanza sindacale contingibile ed urgente che vieta l’accesso di cani, anche accompagnati dai rispettivi conducenti, ad un parco pubblico, per essere stata riscontrata “la presenza di numerosi escrementi canini in ambito urbano comunale”, ove sia mancato l’accertamento di un’emergenza sanitaria o di igiene pubblica

riservato abbonati
ADUNANZA PLENARIA: ESECUZIONE DEL GIUDICATO ED ESECUZIONE IN FORMA SPECIFICACONSIGLIO DI STATO, ADUNANZA PLENARIA - SENTENZA 12 maggio 2017.
Il Consiglio di Stato si è pronunciato sull'esecuzione del giudicato in forma specifica dell'obbligazione derivante dal giudicato.

riservato advanced
RIMESSA ALLA CORTE COSTITUZIONALE LA MANCATA PREVISIONE DI UN TERMINE PER LA SOLLECITAZIONE, DA PARTE DEL TERZO, DELLE VERIFICHE SULLA SCIATAR TOSCANA - ORDINANZA 11 maggio 2017.
Il T.a.r. per la Toscana sottopone al vaglio della Corte costituzionale la mancanza di un termine finale certo per la sollecitazione, da parte del terzo controinteressato, della verifica della legittimità della s.c.i.a.

riservato advanced
L'AVVALIMENTO INFRAGRUPPOTAR LAZIO di ROMA - SENTENZA 9 maggio 2017.
Il TAR Lazio si è pronunciato sull’applicabilità dell’avvalimento ex art. 89 del D. Lgs. 50/2016 in presenza di avvalimento infragruppo.

riservato abbonati
PROCEDIMENTI SANZIONATORICONSIGLIO DI STATO, SEZ. IV - SENTENZA 28 aprile 2017.
Il Consiglio di Stato si è pronunciato sulle modalità di irrogazione della sanzione amministrativa.

accesso libero
PROCESSO AMMINISTRATIVO TELEMATICOTAR CAMPANIA di NAPOLI - SENTENZA 5 maggio 2017, n. 2420.
Procura a margine del ricorso

riservato advanced
LA DISMISSIONE DELL'ENTE PUBBLICOCONSIGLIO DI STATO, SEZ. V - SENTENZA 24 aprile 2017.
Il Consiglio di Stato si è pronunciato sulle conseguenze giuridiche derivanti, in materia di appalti pubblici, dalla dismissione dell'ente pubblico.

riservato abbonati
LA VIOLAZIONE O ELUSIONE DEL GIUDICATOCONSIGLIO DI STATO, SEZ. III - SENTENZA 26 aprile 2017.
Il Consiglio di Stato si è pronunciato sui casi in cui si ravvisa una violazione o elusione del giudicato

riservato advanced
ORDINANZE CONTINGIBILI E URGENTITAR LAZIO - ORDINANZA 27 aprile 2017.
Sospeso il divieto di foto a pagamento con i centurioni

accesso libero
CAUSE DI ESCLUSIONE DALLA GARACONSIGLIO DI STATO, SEZ. V - SENTENZA 27 aprile 2017, n. 1955.
Insufficiente la risoluzione contrattuale non definitiva.

riservato abbonati
ONERI DI SICUREZZA AZIENDALITAR CAMPANIA - SENTENZA 3 maggio 2017.
Inderogabile l'obbligo di indicare nell'offerta gli oneri di sicurezza aziendale.

riservato abbonati
PARTECIPAZIONE ALLE GARE PUBBLICHE E REGOLARIZZAZIONE DELLA POSIZIONE CONTRIBUTIVACONSIGLIO DI STATO, SEZ. III - SENTENZA 26 aprile 2017.
Il Consiglio di Stato si è pronunciato sulla possibilità per le imprese di poter regolarizzare la posizione previdenziale durante la procedura ad evidenza pubblica

riservato advanced
VINCOLI DI INEDIFICABILITÀ PREORDINATI ALL'ESPROPRIOCONSIGLIO DI STATO, SEZ. VI - SENTENZA 27 aprile 2017.
Il Consiglio di Stato si è pronunciato sulla legittimità dell'imposizione di vincoli preordinati all'esproprio

riservato advanced
IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVOTAR PIEMONTE di TORINO - SENTENZA 6 febbraio 2017.
Il Tar Piemonte si è pronunciato sulle prerogative in capo al responsabile del procedimento amminsitrativo

riservato abbonati
I COMPITI DEL RUP NELLE PROCEDURE DI GARATAR LAZIO di ROMA - SENTENZA 27 aprile 2017.
Il TAR Lazio ha definito i compiti e le attribuzioni del RUP nell’ambito di una procedura di gara.

riservato abbonati
L'EROGAZIONE DA PARTE DELLA P. A. DI SOMME NON DOVUTE AI SUOI DIPENDENTICONSIGLIO DI STATO, SEZ. IV - SENTENZA 13 aprile 2017.
Il Consiglio di Stato si è pronunciato sulle conseguenze processuali derivanti in caso di erogazione da parte della Pubblica amministrazione di somme non dovute ai suoi dipendenti