Shop Neldirittoeditore Carrello
| Catalogo libri | Rivista | Distribuzione | Formazione | SABATO   17  NOVEMBRE AGGIORNATO ALLE 12:26
Testo del provvedimento

RESPONSABILITÀ CIVILE E FATTI ILLECITI (2043 – 2057 C.C.)
CPC Art. 360


RICORSO PER CASSAZIONE E VIZIO DI MOTIVAZIONE DELLA SENTENZA IMPUGNATA (ANTE D.L. n. 83 del 2012)




CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. LAVORO - ORDINANZA 7 novembre 2018, n.28450
ANNOTAZIONE
La Corte di cassazione, adita ex art. 360, 1° comma, n. 5 c.p.c. nella formulazione precedente al d.l. n. 83 del 2012, afferma che il ricorso avverso una sentenza sufficientemente motivata in ordine alla riconducibilità del decesso alla causa di servizio (esposizione nociva a prodotti oggetto di combustione) deve contenere l’indicazione di un preciso fatto storico rispetto al quale la motivazione della sentenza impugnata risulti omessa, insufficiente o contraddittoria.
Non può essere accolta, quindi, l’impugnazione con la quale il ricorrente, al fine di escludere il nesso di causalità tra la patologia contratta e il decesso, si limiti ad addurre genericamente il tabagismo del defunto, che aveva contratto un tumore ai polmoni.



ALLEGATO PDF DELLA SENTENZA