Shop Neldirittoeditore Carrello
| Catalogo libri | Rivista | Distribuzione | Formazione | MARTEDÌ   22  OTTOBRE AGGIORNATO ALLE 20:38
Testo del provvedimento

DANNO DA INADEMPIMENTO
CC Art. 1227


CONCORSO DI COLPA DEL CLIENTE DELLA BANCA




CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I CIVILE - ORDINANZA 14 novembre 2018, n.29352
MASSIMA
La responsabilità civile per omissione può scaturire non solo dalla violazione di un preciso obbligo giuridico di impedire l’evento dannoso, ma anche dalla violazione di regole di comune prudenza, le quali impongano il compimento di una determinata attività a tutela di un diritto altrui (principio applicabile anche per stabilire se sussista un concorso di colpa della vittima, a norma dell’art. 1227, comma 1, c.c.). Tuttavia, non può ritenersi corresponsabile del danno colui che, senza violare alcuna regola di comune prudenza, correttezza o diligenza, non si sia attivato per rimuovere tempestivamente una situazione di pericolo determinata dall’illecito di un terzo.



ALLEGATO PDF DELLA SENTENZA