Shop Neldirittoeditore Carrello
| Catalogo libri | Rivista | Distribuzione | Formazione | MERCOLEDÌ   17  LUGLIO AGGIORNATO ALLE 2:42
Testo del provvedimento

CLAUSOLE VESSATORIE


Clausole vessatorie e criteri di riparto dell'onere probatorio.




CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II CIVILE - SENTENZA 21 dicembre 2018, n.33163
MASSIMA
L'art. 33, lett. t), del D.lgs. 206/2005, nello stabilire che si presumono vessatorie fino a prova contraria le clausole che hanno per oggetto il sancire a carico del consumatore deroghe alla competenza dell'autorità giudiziaria, trova applicazione anche con riferimento alla clausola compromissoria.
Spetta al professionista superare tale presunzione, dando prova che la sottoscrizione della clausola derogatrice della competenza ha costituito l'esito di una trattativa individuale, seria ed effettiva, essendo a tal fine insufficiente la mera aggiunta a penna della clausola, nell'ambito di un testo contrattuale dattiloscritto, o la mera approvazione per iscritto della clausola medesima.



ALLEGATO PDF DELLA SENTENZA