Shop Neldirittoeditore Carrello
| Catalogo libri | Rivista | Distribuzione | Formazione | SABATO   19  GENNAIO AGGIORNATO ALLE 11:32
Testo del provvedimento

CONTRAVVENZIONI
CP Art. 660


LE VIDEORIPRESE EFFETTUATE PER DIFENDERSI IN GIUDIZIO NON INTEGRANO IL REATO DI MOLESTIA




CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I PENALE - SENTENZA 28 dicembre 2018, n.58470
MASSIMA
Il reato di molestia o disturbo alle persone di cui all’art. 660 cod. pen. non si configura allorquando le videoriprese e le fotografie ai danni delle persone offese siano motivate dall’intento di difendersi in giudizio da abusi subiti, poiché in presenza di tali condizioni non sono ravvisabili quelle connotazioni di “petulanza e altro biasimevole motivo” cui è subordinata l’illiceità penale del fatto.



ALLEGATO PDF DELLA SENTENZA