Shop Neldirittoeditore Carrello
| Catalogo libri | Rivista | Distribuzione | Formazione | GIOVEDÌ   14  NOVEMBRE AGGIORNATO ALLE 15:10
Testo del provvedimento

REATI TRIBUTARI


LE PRESUNZIONI LEGALI PREVISTE DAL DIRITTO TRIBUTARIO NON SONO FONTI DI PROVA




CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 18 febbraio 2019, n.7243
MASSIMA
Le presunzioni legali previste dalle norme tributarie non possono costituire di per sé fonte di prova della commissione dei reati previsti dal d.lgs. n. 74 del 2000, in quanto assumono esclusivamente il valore di dati di fatto, che devono essere valutati liberamente dal giudice penale, unitamente ad elementi di riscontro che diano certezza dell’esistenza della condotta criminosa.
Tali presunzioni possono solamente essere poste a fondamento di elementi indiziari atti a giustificare l’adozione di misure cautelari reali a carico del soggetto interessato.



ALLEGATO PDF DELLA SENTENZA