Shop Neldirittoeditore Carrello
| Catalogo libri | Rivista | Distribuzione | Formazione | GIOVEDÌ   14  NOVEMBRE AGGIORNATO ALLE 7:20
Testo del provvedimento

REATI FALLIMENTARI


CRITERI DISTINTIVI TRA BANCAROTTA FRAUDOLENTA E BANCAROTTA PREFERENZIALE




CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 26 febbraio 2019, n.8431
MASSIMA
Nella materia penal-fallimentare, il prelievo di somme a titolo di restituzione di versamenti operati dai soci in conto capitale (o indicati con altra analoga dizione) integra la fattispecie della bancarotta fraudolenta per distrazione, non dando luogo tali versamenti ad un credito esigibile nel corso della vita della società; al contrario, il prelievo di somme quale restituzione di versamenti operati dai soci a titolo di mutuo integra la fattispecie della bancarotta preferenziale.



ALLEGATO PDF DELLA SENTENZA