Shop Neldirittoeditore Carrello
| Catalogo libri | Rivista | Distribuzione | Formazione | VENERDÌ   22  NOVEMBRE AGGIORNATO ALLE 1:0
Testo del provvedimento

CONTRATTI DELLA P.A.


La comunicazione dell'aggiudicazione va resa in termini chiari e univoci




TAR CAMPANIA - SENTENZA 11 marzo 2019, n.1382
MASSIMA
In base all'art. 76, comma 5, lett. a) del Codice degli appalti pubblici, la comunicazione - che deve essere inviata d’ufficio immediatamente e comunque non oltre 5 giorni ad opera della stazione appaltante - si riferisce all’ “aggiudicazione”, da intendersi come atto conseguente all’approvazione dell’organo competente e non alla “proposta di aggiudicazione” (di cui all’art. 33) o alla “aggiudicazione provvisoria” secondo la terminologia del codice previgente. Ne consegue che la decadenza dall’impugnativa per superamento del termine di rito, ai sensi dell'art. 120 c. 5 del Codice degli appalti pubblici, potrebbe essere dichiarata soltanto di fronte ad una comunicazione della stazione appaltante che, in termini chiari e univoci, risulti idonea a portare a conoscenza l’aggiudicazione definitiva dell’appalto. (Fattispecie in cui il Comune aveva reso una comunicazione di “aggiudicazione provvisoria” subordinando quella “definitiva” alla verifica antimafia).



ALLEGATO PDF DELLA SENTENZA