Shop Neldirittoeditore Carrello
| Catalogo libri | Rivista | Distribuzione | Formazione | VENERDÌ   22  NOVEMBRE AGGIORNATO ALLE 13:50
Testo del provvedimento

TERRITORIO DELLO STATO


GIURISDIZIONE ALLO STATO DI BANDIERA SE IL TRAFFICO DI SOSTANZE STUPEFACENTI È CONSUMATO IN ACQUE INTERNAZIONALI




CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. IV PENALE - SENTENZA 28 marzo 2019, n.13596
MASSIMA
Sussiste la giurisdizione dello Stato di cui l’imbarcazione dedita al traffico internazionale di sostanze stupefacenti batte bandiera, e non quella italiana, nell’ipotesi in cui le operazioni di analisi della sostanza stupefacente rinvenute a bordo della nave siano state eseguite in territorio italiano, essendo stato il reato – nella specie, di cui agli artt.. 110, 73, comma 4, e 80, comma 2, d. P.R. n. 309/1990 – consumato interamente in acque internazionali.



ALLEGATO PDF DELLA SENTENZA