Shop Neldirittoeditore Carrello
| Catalogo libri | Rivista | Distribuzione | Formazione | MARTEDÌ   23  APRILE AGGIORNATO ALLE 8:52
Testo del provvedimento

NE BIS IN IDEM


NE BIS IN IDEM: CONCRETA INDIVIDUAZIONE DELLA NATURA PENALE DI UNA SANZIONE DISCIPLINARE SULLA BASE DEI CRITERI ENGEL




CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. II PENALE - SENTENZA 9 aprile 2019, n.15609
MASSIMA
La sanzione disciplinare applicata in via amministrativa dal consiglio di disciplina della struttura carceraria e consistente nella temporanea esclusione dell’imputato dalle attività in comune non ha natura similare alle pene previste per il delitto di danneggiamento (reclusione da 6 mesi a 3 anni), né particolare severità, risolvendosi soltanto in una particolare disciplina temporanea della modalità del trattamento penitenziario, priva di effettività penale.
Sicché tale irrogata sanzione disciplinare non impedisce, per violazione del principio giuridico del ne bis in idem, la celebrazione di un processo avente ad oggetto l’aggressione portata a termine dall’imputato a beni pubblici collocati nella sua cella ed il danneggiamento degli stessi con conseguente depauperamento del patrimonio dello Stato, rispetto al quale alcun effetto ripristinatorio ha la sanzione disciplinare irrogata.



ALLEGATO PDF DELLA SENTENZA