Shop Neldirittoeditore Carrello
| Catalogo libri | Rivista | Distribuzione | Formazione | GIOVEDÌ   14  NOVEMBRE AGGIORNATO ALLE 7:31
Testo del provvedimento

STUPEFACENTI
CIRCOSTANZE


STUPEFACENTI: QUANDO SUSSISTE L’AGGRAVANTE DI CUI ALL’ART. 80, COMMA 2, D.P.R. 309/1990?




CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III PENALE - SENTENZA 29 aprile 2019, n.17711
MASSIMA
In tema di produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti del tipo hashish, l’aggravante della ingente quantità di cui all’art. 80, comma 2, d.P.R. n. 309 del 1990, non è di norma ravvisabile quando la quantità di principio attivo è inferiore a 4000 volte (e non 2000) il valore massimo in milligrammi (valore-soglia), determinato per detta sostanza nella tabella allegata al d.m. 11 aprile 2006, ferma restando la discrezionale valutazione del giudice di merito, quando tale quantità sia superata.



ALLEGATO PDF DELLA SENTENZA