Shop Neldirittoeditore Carrello
| Catalogo libri | Rivista | Distribuzione | Formazione | SABATO   20  LUGLIO AGGIORNATO ALLE 3:39
Testo del provvedimento

CONTRATTI – SINGOLI CONTRATTI


Contratti bancari e criteri di riparto dell'onere probatorio.




CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I CIVILE - SENTENZA 2 maggio 2019, n.11543
MASSIMA
Nei rapporti bancari di conto corrente, una volta che sia stata esclusa la validità, per mancanza dei requisiti di legge, della pattuizione di interessi ultralegali a carico del correntista, la banca ha l'onere di produrre gli estratti conto a partire dall'apertura del conto. La banca non può sottrarsi all'assolvimento di tale onere invocando l'insussistenza dell'obbligo di conservare le scritture contabili oltre dieci anni, dal momento che l'obbligo di conservazione della documentazione contabile va distinto da quello di dar prova del proprio credito.
Qualora però sia il correntista ad agire in giudizio, per l'accertamento del saldo e la ripetizione delle somme indebitamente riscosse dall'istituto di credito, sarà tale soggetto, attore, a doversi fare carico della produzione dell'intera serie di estratti conto.



ALLEGATO PDF DELLA SENTENZA