Shop Neldirittoeditore Carrello
| Catalogo libri | Rivista | Distribuzione | Formazione | DOMENICA   16  GIUGNO AGGIORNATO ALLE 5:23
Testo del provvedimento

ONORE (REATI CONTRO LA –ARTT. 594-599)
CP Art. 598


OFFESE IN SCRITTI E DISCORSI PRONUNCIATI DINANZI ALLE AUTORITÀ GIUDIZIARIE O AMMINISTRATIVE




CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. V PENALE - SENTENZA 17 maggio 2019, n.21749
MASSIMA
Le espressioni del tipo “ha effettuato raggiri nei confronti del condominio, dolose alterazioni del bilancio, pretese non solo pretestuose ma anche sfacciate”, contenute nella comparsa di riposta con domanda riconvenzionale, sono pertinenti e funzionali a sostenere la pretesa del condomino ad ottenere una somma dal condominio e, per profili di mala gestio, il pagamento di una somma a titolo di risarcimento del danno, costituendo tali espressioni connotazioni della condotta professionale dell’avvocato ovvero qualificazioni, rispetto alla materia del contendere ed alla posizione non solo difensiva, ma anche reattiva del condominio, di suoi atteggiamenti connessi all’attività lavorativa e giammai avulsi dalla causa petendi da contestare e da quella da sostenere.



ALLEGATO PDF DELLA SENTENZA