Shop Neldirittoeditore Carrello
| Catalogo libri | Rivista | Distribuzione | Formazione | GIOVEDÌ   27  GIUGNO AGGIORNATO ALLE 2:30
Testo del provvedimento

GIURISDIZIONE E COMPETENZA


La giurisdizione è del g.o. se non viene impugnato il decreto di esproprio dopo l'annullamento della declaratoria per p.u.




CORTE DI CASSAZIONE, SEZIONI UNITE - ORDINANZA 17 maggio 2019, n.13434
MASSIMA
In materia di espropriazione per pubblica utilità rientra nella giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo, in quanto dà luogo ad una controversia riconducibile in parte direttamente ed in parte mediatamente ad un provvedimento amministrativo, la domanda di risarcimento per i danni che si pretendono conseguiti ad una occupazione iniziata, dopo la dichiarazione di pubblica utilità, in virtù di un decreto di occupazione d'urgenza e proseguita anche successivamente alla sopravvenuta inefficacia della dichiarazione di pubblica utilità, mentre spettano al giudice ordinario le controversie riguardanti o la determinazione o la corresponsione delle indennità in conseguenza dell'adozione di atti di natura espropriativa o ablativa. (Fattispecie in cui le Sezioni Unite hanno riconosciuto la giurisdizione del giudice ordinario alla corresponsione dell'indennizzo in quanto il decreto di esproprio era stato emanato dopo l'annullamento della declaratoria di pubblica utilità e non era stato successivamente impugnato ai fini dell'annullamento, diventando inoppugnabile).



ALLEGATO PDF DELLA SENTENZA