Shop Neldirittoeditore Carrello
| Catalogo libri | Rivista | Distribuzione | Formazione | LUNEDÌ   18  NOVEMBRE AGGIORNATO ALLE 12:45
Testo del provvedimento

ESPROPRIAZIONE PER P.U.


All'Adunanza plenaria l'inammissibilità della rinuncia abdicativa nei casi in cui è applicabile l'art. 42bis Tu Espropri




CONSIGLIO DI STATO, SEZ. IV - ORDINANZA 30 luglio 2019, n.5391
ANNOTAZIONE
Con ordinanza n.5391 del 2019, il Consiglio di Stato rimette all'Adunanza plenaria la risoluzione dei seguenti quesiti di diritto:
a) se per le fattispecie sottoposte all’esame del giudice amministrativo e disciplinate dall’art. 42 bis del testo unico sugli espropri, l’illecito permanente dell’Autorità viene meno solo nei casi da esso previsti (l’acquisizione del bene o la sua restituzione), salva la conclusione di un contratto traslativo tra le parti, di natura transattiva;
b) se, pertanto, la ‘rinuncia abdicativa’, salve le questioni concernenti le controversie all’esame del giudice civile, non può essere ravvisata quando sia applicabile l’art. 42 bis;
c) se, ove sia invocata la sola tutela restitutoria e/o risarcitoria prevista dal codice civile e non sia richiamato l’art. 42 bis, il giudice amministrativo può qualificare l’azione come proposta avverso il silenzio dell’Autorità inerte in relazione all’esercizio dei poteri ex art. 42 bis;
d) se, in tale ipotesi, il giudice amministrativo può conseguentemente fornire tutela all’interesse legittimo del ricorrente applicando la disciplina di cui all’art. 42 bis e, eventualmente, nominando un Commissario ad acta già in sede di cognizione.



ALLEGATO PDF DELLA SENTENZA